Analisi dei prezzi Bitcoin: Bull Run dipende dalla rottura di questo livello chiave

Il prezzo Bitcoin ha finalmente stampato un high più alto per la prima volta in oltre 50 giorni, dopo la rottura rialzista dall’apice di un gagliardetto consolidante (linee gialle sul grafico giornaliero).

Negli ultimi sette giorni, 16 miliardi di dollari si sono riversati nel mercato globale dei crittografi, contribuendo a riportare al verde il principale crittografo e la stragrande maggioranza degli altri altcoin. Ma quanto durerà questo nuovo slancio?

Livelli di prezzo da tenere d’occhio a breve termine

Sul grafico giornaliero BTC/USD, possiamo vedere che i trader rialzisti sono finalmente riusciti a superare la forte resistenza di Fibonacci 0,236 ($9.205) durante la sessione di trading europea del 21 luglio.

Da lì, l’asset si è rialzato del 2,60% al successivo livello di Fibonacci sopra a 9.439 dollari, prima di correggere. I tori sono stati in grado di fare rifornimento a $9.300 e stanno ora assumendo la resistenza di fascia superiore a $9.500 (blocco rosso sul grafico giornaliero).

A parte il modello di Bart Simpson di cui abbiamo parlato in un’analisi precedente del 9 luglio, questa resistenza chiave del range ha impedito al Immediate Edge di raggiungere un massimo superiore per 42 giorni. Se BTC può chiudere in modo convincente al di sopra di questo livello, allora il prossimo obiettivo per i trader rialzisti sarà il livello di $9.700.

Guardando il grafico 4H, tuttavia, possiamo vedere che l’attuale azione del prezzo assomiglia ad un frattale ribassista dal 6 al 9 luglio (cerchio bianco). Il 6 luglio, il BTC ha avuto un picco verso l’alto. Poi, il prezzo ha serpeggiato per due giorni, seguito da un secondo rialzo. E infine, il 9 luglio, il prezzo è crollato del 2,70%.

Se proiettiamo quel frattale sull’azione del prezzo corrente, possiamo vedere che si allinea abbastanza bene.

Se gli orsi riprendono il controllo dell’asset nel breve termine, il primo probabile supporto sarà il livello di ritracciamento di Fibonacci di 0,382 dollari a 9.439 dollari. Da lì, potremmo vedere il 50-EMA (circa 9.240 dollari) fornire un certo supporto se i prezzi si rompono verso la soglia dei 9.000 dollari.
Anche i 9.000 dollari psicologici continueranno ad essere un supporto importante da tenere d’occhio se il trend diventa decisamente ribassista.

I tecnici

Nell’arco di tempo più breve di un’ora, possiamo vedere lunghi stoppini sopra le ultime candele, il che dimostra che i tori stanno affrontando una forte pressione di vendita in questo momento.

Sulla RSI, nello stesso arco di tempo, possiamo vedere che la linea dell’indicatore è in calo anche se la BTC sta ritestando lo stesso livello di prima. Questo suggerisce che lo slancio si sta indebolendo – tuttavia, va notato che le fasce orarie più piccole non danno un segnale così forte come le fasce orarie più grandi.

Sul 4H RSI, i prezzi sono stati corretti nuovamente nel canale dell’indice dopo aver temporaneamente raggiunto un picco nella regione di „ipercomprato“ sopra i 70, e anche il volume di acquisto sull’indicatore MACD sembra essere in calo. Questo potrebbe essere un segno che la tendenza sta iniziando ad invertirsi, o che si verificherà una breve correzione quando i tori impiegheranno un momento per riprendersi.

Tutti gli occhi dovrebbero essere su quel livello di $9.500 in questo momento.

  • Capitale di mercato totale: 289 miliardi di dollari
  • Capitale di mercato Bitcoin: 175 miliardi di dollari
  • Indice di dominanza Bitcoin: 60.6%